Conto corrente per protestati e prestiti

Essere considerato dalle banche un “cattivo pagatore” non offre sicuramente grandi vantaggi per chi desidera ottenere un finanziamento alle migliori condizioni o necessita di una soluzione finanziaria personalizzata. Per far fronte a questa difficoltà, chi subisce un protesto spesso si rivolge a società in grado di offrire un conto corrente per protestati, cioè un servizio pensato ad hoc per gestire il proprio denaro in sicurezza, qualsiasi sia la propria condizione finanziaria.

Se pensavi che un protestato non avesse la possibilità di chiedere in prestito una somma di denaro per le proprie esigenze personali, leggendo questo articolo ti ricrederai. Oltre alla cessione del quinto, di cui abbiamo parlato in un articolo precedente, ci sono altre 3 diverse forme di finanziamento accessibili a tutti, compresi i titolari di un conto corrente per protestati: il prestito cambializzato, il prestito delega e la fidejussione. Vediamoli nel dettaglio.

Il prestito cambializzato è una modalità di finanziamento “non finalizzato”, ciò significa che la somma erogata non dovrà necessariamente essere spesa per l’acquisto di un bene o di un servizio. La particolarità di questo prestito sta nel fatto che per attuarlo è necessario sottoscrivere delle cambiali, ovvero titoli esecutivi che possono essere riscossi in caso di mancato pagamento delle rate.

Il prestito delega, invece, pur essendo anch’esso “non finalizzato”, ha caratteristiche simili alla cessione del quinto. Come funziona? Chi ha già impegnato un quinto dello stipendio per ottenere denaro, può infatti vincolare un “secondo quinto” pari a un altro 20% della somma netta. Ovviamente questa tipologia di finanziamento richiede numerose approvazioni, prima tra tutte quella del datore di lavoro che dovrà versare direttamente all’istituto di credito la percentuale trattenuta.

Una terza possibilità, infine, è rappresentata dalla fidejussione. Con questo termine si intende la garanzia personale offerta da un terzo soggetto, ad esempio un amico o un parente. Esso si offre infatti come garante per l’istituto di credito, che potrà coinvolgerlo direttamente in caso di mancato pagamento delle somme dovute.

Sei vuoi avere maggiori informazioni riguardo alla richiesta di un prestito o all’apertura di un conto corrente per protestati, contatta i nostri esperti.

Send a Message